Schede primarie

RENÉE ZELLWEGER è una delle attrici più amate e rispettate del cinema moderno. La Zellweger è soprattutto conosciuta per il suo ruolo da protagonista come la ragazza qualunque britannica del film del "Il Diario di Bridget Jones", e dei suo sequel del 2004 "Che Pasticcio! Bridget Jones" e del 2016 "Bridget Jones's Baby" tutti interpretati al fianco di Colin Firth. Per il primo episodio della serie, si è guadagnata la sua prima nomination agli Oscar®, ai Golden Globe, agli Screen Actors Guild (SAG) e ai British Academy of Film and Television Arts (BAFTA nomination) Award, tra gli altri. Il sequel le è valso un'altra candidatura ai Golden Globe per la Migliore Attrice Protagonista In Un Film - Commedia O Musical. La Zellweger ha ottenuto la sua seconda candidatura agli Academy Award® per il suo ritratto della pregiudicata killer Roxie Hart in "Chicago", la versione cinematografica premiata con L'Oscar® nel 2002 del musical premio Tony. Recitando, cantando e ballando al fianco di Catherine Zeta-Jones, che ha interpretato l'amica condannata a morte Velma Kelly, la Zellweger ha portato a casa un Golden Globe come Miglior Attrice Protagonista In Un Film - Commedia O Musical ed altri riconoscimenti, tra cui un SAG Award per la Miglior Performance Di Un'Attrice in un Ruolo Protagonista. In seguito ha vinto un Oscar® come Migliore Attrice Non Protagonista per "Ritorno a Cold Mountain" di Anthony Minghella, il dramma del 2003 sulla guerra civile, nel quale si è fatta notare per il suo ruolo dell'esuberante contadina Ruby Thewes. Per il suo lavoro in questo film, la Zellweger ha ottenuto anche un Golden Globe, un SAG, un BAFTA, un Broadcast Film Critics Association tra gli altri.
Dopo aver conseguito una laurea in Letteratura Inglese presso la University of Texas, la Zellweger ha svolto fatto piccoli lavori per il cinema e la televisione prima di esordire nel lungometraggio di Richard Linklater sulla maggiore età, "La vita è un sogno" (Dazed and Confused). A questo sono seguiti rapidamente altri ruoli cinematografici, tra cui "Giovani, carini e disoccupati" (Reality Nites) di Ben Stiller, "Love e una .45" (Love and a .45) e "Non aprite quella porta IV" (Texas Chainsaw Massacre: The Next Generation), e "My Boyfriend's Back". Nel 1996, la Zellweger si è fatta amare dal pubblico per la sua interpretazione al fianco di Tom Cruise nel film di Cameron Crowe "Jerry Maguire". Tra i suoi ruoli cinematografici che si sono susseguiti: l'acclamato "La voce dell'amore" (One True Thing), interpretato anche da William Hurt e Meryl Streep; la dark comedy "Betty Love" (Nurse Betty), al fianco di fronte Chris Rock e Morgan Freeman; "Io, me & Irene" (Me, Myself & Irene), con Jim Carrey; il dramma "White Oleander", interpretato anche da Robin Wright Penn e Michelle Pfeiffer; la commedia romantica di Peyton Reed "Abbasso l'amore" (Down with Love) al fianco di Ewan McGregor; e il dramma sulla boxe nell'era della Grande Depressione diretto da Ron Howard "Cinderella Man- Una ragione per lottare", interpretato anche da Russell Crowe.