Nata a Milano il 15/11/73, si è diplomata come attrice nel 1996 presso la "Scuola d'arte drammatica Paolo Grassi" di Milano.
Nel cinema ha interpretato il ruolo della madre in "Scialla!" regia di Francesco Bruni (Vincitore di Controcampo Italiano al Festival di Venezia 2011), nel film "La variabile umana" ha interpretato il ruolo di Ruth e ha partecipato al film "Il dolce rumore della vita" di Giuseppe Bertolucci. Ha interpretato il ruolo di Patti nel film in concorso alla Mostra di Venezia 2017 "Il colore nascosto delle cose" di Silvio Soldini.
Dal 1996 è socia fondatrice della compagnia teatrale A.T.I.R. di Milano, con il quale è impegnata come attrice e trainer nel progetto speciale dell'A.T.I.R. "Gli spazi del teatro": laboratorio permanente di teatro sociale per persone diversamente abili. Con la stessa compagnia ha recitato in molti spettacoli diretti da Serena Sinigaglia, tra cui "Baccanti" (1998/2000) e "Troiane" di Euripide (2004/2006), "La Fiaccola sotto il moggio" (2012) di Dannunzio, e "Ribellioni Possibili" (2012/2014) di Garcia Araus e Garcia Yague. L'A.T.I.R. ha anche prodotto lo spettacolo "La Molli, divertimento alle spalle di Joyce" scritto da Arianna Scommegna stessa insieme al regista Gabriele Vacis e, attualmente in tournèe.
Con la regia di Peter Stein ha recitato nello spettacolo "Ritorno a casa" di Pinter nel ruolo di Ruth (per il quale ha vinto il Premio Ubu 2014), che ha debuttato al festival di Spoleto 2013 ed è tuttora in tournèe in diversi teatri italiani.
Premio Lina Volonghi '96. Premio della Critica 2010, Premio Hystrio 2011,Premio Ubu 2014.